Ingestione di un corpo estraneo

I corpi estranei che spesso vengono ingeriti sono batterie (soprattutto quelle tonde e piatte), bottoni, farmaci e altri piccoli oggetti di uso quotidiano. L’incidente coinvolge molto spesso i bambini piccoli, che portano alla bocca ciò che trovano a loro disposizione.

È bene dunque, in presenza di bambini piccoli, non lasciare a portata di mano farmaci o altri piccoli oggetti e accertarsi di dar loro giochi adatti all'età e privi di piccole parti rimovibili.

L’ingestione di farmaci e batterie può essere molto pericolosa; le batterie sono spesso al litio, un elemento chimico che può essere dannoso per stomaco ed esofago.

 

Quali sono i sintomi associati all'ingestione di corpi estranei?

I sintomi più comuni che possono insorgere a seguito di ingestione di un corpo estraneo sono:

  • Difficoltà nella deglutizione
  • Salivazione eccessiva
  • Tosse
  • Problemi a respirare

 

Se sono stati ingeriti farmaci possono anche aversi:

  • vomito
  • nausea
  • sonnolenza
  • agitazione

 

Cosa fare in caso di ingestione di corpi estranei?

Se si è ingerito un corpo estraneo è bene recarsi al pronto soccorso, soprattutto se si tratta di farmaci o batterie. In questo caso si può anche contattare tempestivamente un centro antiveleni.

 

Cosa non fare in caso di ingestione di corpi estranei?

Al fine di non peggiorare la situazione, è bene non indurre il vomito né ricorrere a rimedi casalinghi, come per esempio l’ingestione di latte.

 

 

 

Disclaimer: le informazioni contenute in quest'articolo non sostituiscono in alcun modo l'intervento o le indicazioni degli operatori di primo soccorso e forniscono solo semplici suggerimenti per tenere sotto controllo la situazione nell'attesa dei soccorsi.