Chirurgo generale

Di cosa si occupa il chirurgo generale?

La chirurgia generale si occupa di risolvere o migliorare la prognosi delle patologie a carico degli organi della cavità addominale, come intestino, colon, fegato, stomaco, esofago, pancreas, cistifellea, fegato, dotti biliari, ma anche seno e tiroide.

Il chirurgo generale è presente a Torino, presso Humanitas Cellini, e a Rivoli, presso il nostro Centro medico San Luca a Cascine Vica.

Quali sono le patologie di competenza del chirurgo generale?

Alcune delle patologie più comunemente trattate dal chirurgo generale sono:

  • malattie funzionali e infiammatorie a carico di mammella, tiroide e degli organi della cavità addominale;
  • ernie (iatali e inguinali);
  • ulcere;
  • diverticoliti;
  • neoplasie (gastriche, dell'esofago, dell'intestino, del pancreas, del colon-retto, del fegato, della mammella, della tiroide, dei dotti biliari);
  • cisti;
  • poliposi;
  • calcolosi;
  • sindromi dolorose da aderenze addominali post-chirurgiche.

Quali sono le procedure più utilizzate dal chirurgo generale?

Il chirurgo generale può avvalersi di:

  • Esami endoscopici diagnostico-operativi, come per esempio gastroscopia, pancolonscopia e rettosigmoidoscopia. Questi accertamenti sono volti alla valutazione interna degli organi per osservarne l’anatomia, la funzionalità e le condizioni di salute, rilevando eventuali anomalie. Attraverso gli esami endoscopici è inoltre possibile eseguire piccoli prelievi di tessuto da sottoporre ad analisi istologica e piccoli interventi in anestesia locale come l'asportazione di polipi.
  • Esami radiologici, come per esempio radiografia del tubo digerente, clisma opaco, Tac, risonanza magnetica.
  • Interventi chirurgici che possono essere condotti "a cielo aperto" (laparotomia) o in modalità "mini-invasiva" (laparoscopia - chirurgia robotica), sotto guida ecografica.

Quando rivolgersi al chirurgo generale?

In genere ci si rivolge al chirurgo generale su indicazione del proprio medico di medicina generale e laddove sia necessario monitorare il decorso post-operatorio.