Ematologo

Di cosa si occupa l'ematologo?

L'ematologia studia il sangue e le patologie che possono colpirlo, ma anche il sistema linfatico e gli organi deputati alla produzione dei globuli bianchi.

L'ematologo osserva il funzionamento degli elementi del sangue e della linfa (globuli rossi, globuli bianchi, piastrine e proteine della coagulazione) e degli organi che li producono come midollo osseo, linfonodi e milza.

L’ematologo è presente a Torino, presso Humanitas Cellini.

Quali sono le patologie di competenza dell'ematologo?

L’ematologo si occupa delle malattie del sangue e degli organi emopoietici, come per esempio:

  • anemie;
  • coagulopatie (come le piastrinopenie, l'emofilia e le trombofilie);
  • disfunzioni del midollo osseo;
  • disfunzioni del sistema immunitario associate al sangue;
  • gammapatie (per esempio le mielosi);
  • tumori del sangue (come linfomi e leucemie).

Quali sono le procedure più utilizzate dall'ematologo?

L'ematologo analizza i risultati degli esami del sangue cui il paziente viene sottoposto e valuta eventuali ulteriori analisi necessarie.

La terapia può essere farmacologica, con farmaci immunosoppressori o farmaci biologici, o con fattori di crescita o chemioterapici. In altri casi, può rendersi necessaria la somministrazione o la rimozione di particolari componenti del sangue.

Di competenza dell’ematologo anche il trapianto di midollo osseo e di cellule staminali.

Quando rivolgersi a un ematologo?

In genere ci si rivolge all'ematologo in presenza di sintomi riconducibili a una malattia ematologica.