Domande e risposte

Stampa

Ipertrofia prostatica

il . Pubblicato in Domande e risposte

D. Ho 65 anni e ho problemi di erezione. Dopo aver sofferto per molti anni di infiammazione alla prostata, mi è stata diagnosticata una ipertrifia prostatica. Dopo essere stato visto da diversi urologi, mi sono rivolto nell'anno 2003 ad uno specialista. A causa delle difficoltà urinarie ed ad un aumento del PSA mi è stato consigliato di rimuovere l'adenioma prostatico. Fino a quel momento la mia situazione sessuale lamentava già alcuni periodi di difficoltà di erezione. Ho subito l'intervento nel dicembre del 2003 con la tecnica Holep e dopo un primo periodo in cui mi è sembrato da avere un miglioramento, la mia situazione è peggiorata. Il dottore che mi ha operato esclude che questo sia dovuto all'intervento che, a suo dire, è perfettamente riuscito. Effettivamente sono scomparsi i disturbi urinari. Mi è stato consigliato di fare delle cure di Cialis. I benefici sono modesti. La durata del rapporto si è notevolmente allungata e perdo l'erezione. Secondo Lei i miei attuali problemi possono essere stati causati dall'intervento e se la situazione è ancora rimediabile, quali consigli mi può dare? Non ho particolari patologie, sono in trattamento da diversi anni per ipertensione. Sono un soggetto con uno sfondo umorale ansioso e melanconico.



Stampa

Problemi vascolari

il . Pubblicato in Domande e risposte

D. Ho da un po' di tempo il problema di non mantenere l'erezione in maniera soddisfacente, con il mio medico abbiamo preso la decisione di provare il Viagra. Non ho ottenuto grandi risultati. Nel 1990 sono stato operato di ernia inguinale strozzata, e durante l'operazione mi è stata ricostruita la parete perché mancava la vascolarizzazione. Ho 37 anni, sono anche un fumatore, vorrei chiederle se esistono degli esami che possa determinare se la mia disfunzione sia di natura vascolare.



Stampa

Già risposto

il . Pubblicato in Domande e risposte

D. Sono stato operato nel 1995 con applicazione di sei by-pass aortocoronarici.Terapia da molti anni: mezza compressa di ascriptin al giorno. Erezioni insufficienti e di breve durata.Ho 70 anni. Posso assumere farmaci coadiuvanti senza eccessivi rischi? Se si, quali i più efficaci e sicuri? Grazie



Stampa

Già risposto

il . Pubblicato in Domande e risposte

D. Buongiorno Dottore, vorrei porle il mio problema. Ho 31 anni e ahimè fino a qualche anno fa non avrei MAI pensato di dover affrontare un giorno questo tema. Le mie risposte sessuali in questi anni sono molto cambiate, direi troppo e troppo velocemente!. Fino a 3-4 anni fa riuscivo ad avere orgasmi a distanza di 30-40 minuti,anche 3 ricordo di seguito e comunque non avevo affatto problemi di erezione.Da circa un anno è cambiato tutto in maniera repentina.Riesco ad avere un orgasmo o due (a distanza di un giorno ) ma solo una volta la settimana , e il mio periodo refrattario si è allungato tantissimo. Praticamente se ho un rapporto con una ragazza che mi piace ma questo avviene dopo 'solo' 3-4 giorni dall'ultimo rapporto non riesco ad avere un'erezione accettabile , e nel caso questa avvenga qualche volta dura pochissimo (per capirci il tempo di infilare il contraccettivo e perdo tutta l'erezione). E' un dramma per me dottore.Sto pensando di fare una visita ma non riesco a capacitarmi di questo assurdo problema.Deve passare una settimana per poter avere un rapporto soddisfacente ! E forse riesco ad averne un secondo il giorno dopo, ma poi per la settimana nulla...... Pensi che quando 'sforo' e perdo l'erezione mi capita di dovermi stimolare con la mano vicino la mia partner e riesco ad avere un'eiaculazione ma con una semi-erezione !!! Ma è possibile tutto cio' ? Ah,la mattina invece quando mi sveglio ho un'erezione normale.... La mia vita non è stressante e le mie partner mi piacciono tutte fisicamente.... Cosa ho ??? Grazie per la risposta.



Stampa

Già risposto

il . Pubblicato in Domande e risposte

D. Problema n. 1: colesterolo un po’ alto tenuto sotto controllo ai valori 220/230 con eskim 1000 + danacol ( steroli vegetali). ( non posso prendere le statine perché mi hanno causato problemi al cristallino) Problema n. 2: ipertrofia prostatica con PSA = 1,70. ( faccio una cura omeopatica; non mi alzo la notte per urinare) Problema n. 3: ipertensione; attualmente prendo blopress 16 mg. Conseguenze: flusso urina lento; difficoltà di erezione; nessuna attività sessuale ormai da sei mesi; l’ultima volta che ho provato non sono riuscito a mantenere l’erezione. Altre medicine usate per la pressione: • sequacor 125 ( betabloccante): ho problemi di formicolii e geloni ai piedi • Con ¼ di esidrex 25 ( diuretico idroclorotiazide) riesco a fare scomparire i formicolii; però con questa ho avuto i primi problemi di erezione • Zopranol 30 ( ace): fino a ¼ di pillola non ho effetti collaterali, ma la pressione non la controllo bene. Oltre ¼ formicolii • Cardura ( alfabloccante): la dose da 1 mg mi aggrava i problemi di rinite ( che ho normalmente da allergia a polvere e paritaria e da deviazione del setto). Un’ora dopo avere preso la pillola il naso si chiude proprio; inoltre la notte mi devo alzare per urinare. L’alfabloccante non mi migliora i problemi sessuali. Aumenta comunque leggermente il flusso dell’urina. • Blopress 16 mg ( candesatan): la pressione la controllo bene e non ho problemi di formicolii. Effetti collaterali: problemi erezione. Cure consigliate: viagra oppure cialis. Non le prendo perché ho timore degli effetti collaterali. Richiesta: 1) l’astinenza mi può provocare altri problemi?? 2) mi può consigliare qualcosa di più blando e privo di effetti collaterali?? 3) cosa pensa degli integratori tipo Arginina???



CLINICA CELLINI

La Clinica Cellini è una struttura poli- specialistica caratterizzata da un’intensa attività medico chirurgica. Nel 2003 si è accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale.

CENTRO MEDICO SAN LUCA

Il Centro Medico San Luca di Rivoli è un poliambulatorio specialistico accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale che offre prestazioni diagnostiche e riabilitative.

TUTORAGGIO UNIVERSITARIO

La Clinica Cellini è sede di tirocinio degli studenti iscritti al Politecnico di Torino e al Corso di Laurea in Infermieristica dell’Università degli Studi di Torino.