Insufficienza renale

Che cos'è l'insufficienza renale?

L'insufficienza renale è quella condizione in cui i reni non riescono più a svolgere la propria funzione, che consiste nella regolazione dell'equilibrio idrico e salino, nell'eliminazione di acidi e scorie dall'organismo e nella produzione di ormoni (come l'eritropoietina).


Quando l'insufficienza renale si sviluppa rapidamente, da poche ore a pochi giorni, viene definita come "acuta" ed è una condizione potenzialmente letale. Generalmente, se riconosciuta e trattata adeguatamente, può essere reversibile.
Quando invece l'insufficienza renale si sviluppa lentamente (nel corso di mesi o anni), viene definita come cronica. Essa è una condizione irreversibile e i sintomi si manifestano solo tardivamente, quando la malattia è già avanzata. In linea generale, si può rallentare l'evoluzione di questa condizione ma, se essa giunge al suo stadio più avanzato, rende necessario l'utilizzo della dialisi o il trapianto di rene.


Quali sono le cause dell'insufficienza renale acuta?

L'insufficienza renale acuta può essere determinata da:

Una diminuzione dell'apporto di sangue necessario ai reni per esplicare le proprie funzioni:

  • Emorragia
  • Disidratazione e ustioni
  • Insufficienza cardiaca
  • Shock circolatorio in corso di infezione o di reazione allergica
  • Insufficienza epatica

Danno diretto ai reni:

  • Trombosi delle vene o delle arterie renali
  • Infiammazione in corso di malattie autoimmuni (glomerulonefriti e vasculiti)
  • Infezioni
  • Alcuni farmaci, fra i quali chemioterapici, antibiotici, farmaci anti-infiammatori ecc.
  • Mieloma multiplo, una malattia del sangue
  • Tossici come metalli pesanti e droghe

Ostruzione delle vie urinarie, che impedisce all'urina prodotta dai reni di essere espulsa dall'organismo tramite la minzione:

  • Ipertrofia prostatica benigna (prostata ingrossata)
  • Calcolosi renale
  • Tumori delle vie urinarie
  • Danni ai nervi che controllano la vescica

L'insufficienza renale cronica, invece, può essere causata da:

  • Diabete, sia di tipo 1 che 2
  • Ipertensione arteriosa
  • Depositi di colesterolo nei vasi renali (aterosclerosi)
  • Glomerulonefriti e vasculiti Malattia policistica renale e altre malattie genetiche (ad es. Malattia di Fabry e sindrome di Alport)
  • Ostruzione prolungata del tratto urinario, dovuta a tumori, calcolosi renale o ipertrofia prostatica benigna
  • Reflusso vescicouretrale, una condizione che causa il reflusso dell'urina all'interno dei reni
  • Pielonefrite, una infezione cronica del rene
  • Mieloma multiplo (una malattia del sangue)
  • Tossicità da farmaci (ad esempio, chemioterapici)