Durante l’adolescenza l’attenzione alla salute orale potrebbe mancare a causa delle tante distrazioni che caratterizzano questa età. Ecco alcuni consigli da tenere a mente se si hanno figli sopra ai 10 anni.

 

Lavare i denti dopo ogni pasto, utilizzare il filo interdentale e il collutorio sono le azioni quotidiane che tutti i genitori raccomandano ai propri figli fin dalla tenera età. Durante l’adolescenza, fase delicata di ogni giovane, l’attenzione all’igiene orale e ai propri denti è spesso sottovalutata e alcune cattive abitudini possono essere fonte di piccoli o grandi problemi.

L’équipe di medici del Centro odontoiatrico della Clinica Cellini ha raccolto le domande e i consigli utili per tutti i genitori con più figli di età maggiore di 10 anni.

Carie in adolescenza: come prevenirle?

L’adolescenza è caratterizzata dalla voglia di indipendenza, che potrebbe riflettersi anche su scelte alimentari spesso poco salutari: una delle conseguenze sono le carie, una patologia dentale comune, che attacca lo smalto, ma che se non viene curata in tempo può arrivare a compromettere i tessuti più interni. Meglio prevenire, allora, ricordando ai propri figli i benefici ricavabili da poche e semplici buone abitudini:

  • una buona igiene orale aiuta ad avere un bell’aspetto e un alito piacevole;
  • un consumo eccessivo di bevande dolci o gasate, ricche di dolcificanti, può causare carie, poco gradevoli dal punto di vista del dolore e, anche, estetico;
  • spuntini frequenti con patatine o caramelle peggiorano lo stato di benessere sia della salute orale sia della forma fisica.

Gengive arrossate: è normale?

Le gengive sono in salute quando si presentano di colore rosa e tessuto duro. Spesso, però, possono arrossarsi intorno al dente e arrivare al sanguinamento, specialmente durante l’igiene orale quotidiana.

Arrossamento e sanguinamento gengivale sono sempre spia che qualcosa non sta funzionando, ad esempio può essere che i denti vengano lavati in modo scorretto. Ecco alcune indicazioni utili da far adottare ai più giovani per mantenere in salute le proprie gengive:

  • spazzolare denti e gengive regolarmente almeno due volte al giorno con un dentifricio al fluoro;
  • utilizzare il filo interdentale almeno un paio di volte a settimana per rimuovere la placca dalle aree che lo spazzolino non può raggiungere;
  • in caso di malocclusione dentale, prestare alcune attenzioni come l’uso di uno spazzolino morbido, dentifrici non troppo aggressivi e non sfregare in modo vigoroso con lo spazzolino.

In caso di gengive arrossate o sanguinamento è sempre bene contattare il dentista e approfondire la causa.

Apparecchio: a quale età?

Non tutti i bambini sono uguali nello sviluppo: non esiste pertanto un momento preciso in cui indossare l’apparecchio e non sempre è necessario ricorrervi. L’ortodonzia può essere intrapresa precocemente, anche quando in bocca sono presenti denti ancora decidui: è sempre consigliato rivolgersi al dentista per capire a che età effettuare una prima visita, nell’ottica di prevedere eventuali anomalie e impostare in tempo terapie correttive.

Quando compaiono i denti del giudizio?

I denti del giudizio possono fare la loro comparsa in bocca già a 16 anni e, in età così giovane, possono essere fonte di problemi dovuti a uno spazio ancora inadeguato nella parte posteriore della bocca. La posizione e lo spazio ridotto rendono difficile un’adeguata pulizia dei denti, portando conseguenze come infezioni gengivali che causano dolore e gonfiore e possono portare alla rimozione del dente del giudizio.

Si consiglia ai genitori di tenere sempre sotto controllo eventuali lamenti di dolore o gonfiori in sede posteriore della bocca: controlli periodici dal dentista consentono di prevenire infezioni o altre patologie.

I piercing alla bocca possono essere dannosi per la salute orale?

Sì, la tendenza ormai diffusa nei giovani adolescenti ad avere piercing sul viso può causare danni ai denti. Il piercing alla lingua, ad esempio, può contribuire alla rottura dei denti posteriori mentre quelli alle labbra possono rimanere impigliati negli indumenti portando allo strappo del labbro.

È poi una questione anche di igiene. Occorre ricordare sempre ai propri figli di disinfettare bene il piercing alla bocca, non solo all’inizio; infatti, la posizione in zona orale e il continuo contatto con cibo, bevande o altro può essere rischio di infezione.

Sigillature dentali: utili anche in adolescenza?

La sigillatura dei denti consiste nella chiusura di solchi presenti sulla superficie dei denti, solitamente sui molari, attraverso l’uso di materiali a base resinosa. Pur essendo una procedura più consueta in età adulta, la sua utilità nel prevenire la formazione di carie la rende a volte necessaria anche tra i più giovani.

Oltre alla predisposizione alle carie, il dentista può valutare funzionale una sigillatura in età giovanile anche in caso di terapia ortodontica con apparecchio o assunzione di farmaci che riducono il flusso salivare.

Il Centro odontoiatrico di Humanitas Cellini è aperto da lunedì a sabato dalle ore 8 alle 19.

Per un consulto o una visita, è possibile prenotare il proprio appuntamento al numero telefonico 011 30275033.