Attacco di panico

L'attacco di panico è un disturbo d’ansia molto comune, si presenta in maniera improvvisa e dura in genere pochi minuti, senza avere conseguenze sulla salute. Chi ne è colpito - oltre ai sintomi fisici caratteristici – avverte un senso di smarrimento e confusione e l’impressione di perdere il controllo della situazione, pur rimanendo cosciente.

È consigliabile consultare uno psicologo se si sperimentano attacchi di panico, al fine di individuare la causa del disturbo e capire come affrontarlo.

Quali sono i sintomi associati all'attacco di panico?

I sintomi fisici associati all’attacco di panico possono essere:

  • Tachicardia
  • Difficoltà a respirare
  • Capogiri
  • Nausea
  • Sensazione di svenimento

Cosa fare in caso di attacco di panico?

Se l’attacco di panico avviene in un luogo chiuso o affollato, il soggetto potrebbe sentirsi meglio in un luogo più tranquillo e all’aperto. Sebbene non sia semplice, è bene cercare di non agitarsi ulteriormente e di mantenere la calma, concentrandosi sulla respirazione, nel tentativo di ristabilirne la regolarità. Anche camminare potrebbe essere di aiuto.

Cosa non fare in caso di attacco di panico?

Un attacco di panico non va ignorato, né sminuito.

 

 

Disclaimer: le informazioni contenute in quest'articolo non sostituiscono in alcun modo l'intervento o le indicazioni degli operatori di primo soccorso e forniscono solo semplici suggerimenti per tenere sotto controllo la situazione nell'attesa dei soccorsi.