Congelamento

 

Il congelamento è un fenomeno associato a temperature estremamente rigide, cui viene esposta una parte del corpo. Il freddo causa la costrizione dei vasi sanguigni, ciò impedisce la libera circolazione del sangue con conseguente minor apporto di ossigeno e calore ai tessuti corporei.

Quali sono i sintomi associati al congelamento?

Le parti del corpo più comunemente colpite da congelamento sono quelle poste alle estremità come mani, piedi, orecchie e naso.

Il congelamento si manifesta inizialmente con una graduale perdita di sensibilità, che pian piano lascia spazio al dolore. La vasodilatazione reattiva rende la pelle dapprima rossa, ma poi diventa pallida e infine blu-cianotica. La pelle cambia anche al tatto: da naturalmente più morbida diviene dura.

Un dolore intenso può essere uno dei primi sintomi se la parte del corpo congelata è chiusa in guanti o scarpe, in seguito la zona diviene gelida e insensibile.

La fase avanzata del congelamento prevede anche la presenza di bolle sulle parti colpite, bolle che da trasparenti diventano rosse perché si riempiono di sangue. Le bolle, con il passare del tempo, diventano piaghe e la pelle appare di colore viola.

Cosa fare in caso di congelamento?

È bene intervenire tempestivamente perché il congelamento, a lungo andare, può causare la morte delle cellule dei tessuti colpiti (necrosi).

Se la pelle appare ancora intatta, è consigliabile liberare da costrizioni la parte congelata e poi procedere a scaldarla con acqua calda ma non bollente. Il processo di riscaldamento deve infatti avvenire gradualmente. Se a essere colpiti sono mani o piedi, si possono effettuare più immersioni. Se nel corso di questa operazione l’infortunato avverte dolore, non bisogna preoccuparsi, è un segno di ritrovata sensibilità.

Appena la parte del corpo congelata ha riacquistato calore, è consigliabile asciugarla con delicatezza, con leggere frizioni. È bene poi avvolgere il paziente in coperte, cercando di tenerlo al caldo ma evitando il contatto delle zone colpite con il tessuto.

Cosa non fare in caso di congelamento?

  • Non bisogna sfregare la parte colpita pensando così di scaldarla.
  • Non camminare se i piedi sono congelati.
  • Non bere alcolici.

 

 

Disclaimer: le informazioni contenute in quest'articolo non sostituiscono in alcun modo l'intervento o le indicazioni degli operatori di primo soccorso e forniscono solo semplici suggerimenti per tenere sotto controllo la situazione nell'attesa dei soccorsi.