Infarto del miocardio

L’infarto del miocardio è dovuto all’occlusione parziale o totale di un’arteria coronarica, con conseguente morte cellulare di una parte del cuore. Questa evenienza può verificarsi in un soggetto a riposo o sotto sforzo ed è bene precisare che non in tutti i casi l’infarto evolve in arresto cardiaco.

 

Quali sono i sintomi associati all'infarto?

I sintomi variano da persona a persona. In generale possono aversi:

  • Dolore al petto o retrosternale che può coinvolgere anche il collo, la gola, la mandibola, le braccia (più spesso il braccio sinistro), lo stomaco.
  • Sudorazione fredda
  • Nausea e/o vomito
  • Angoscia

 

Cosa fare in caso di infarto?

Se si sospetta un infarto occorre chiamare i soccorsi e porre l’infartuato in posizione semisdraiata.

 

Cosa non fare in caso di infarto?

È bene non sottovalutare i sintomi, soprattutto se il soggetto colpito è considerato a rischio.

 

 

Disclaimer: le informazioni contenute in quest'articolo non sostituiscono in alcun modo l'intervento o le indicazioni degli operatori di primo soccorso e forniscono solo semplici suggerimenti per tenere sotto controllo la situazione nell'attesa dei soccorsi.